Inside Stone è il brand che rappresenta le eccellenze del settore della pietra, del marmo e affini, e che è anche una società di consulenza e servizi capace di guidare, consigliare e assistere il committente in diverse attività nel campo dell’architettura, delle forniture e dell’interior design. 

@2019. INSIDE STONE All Rights Reserved.

top

Inside Stone

  /  Architettura   /  Marmo, Architettura e Design:quando il materiale è un prestigioso biglietto da visita.
marmo-architettura

Marmo, Architettura e Design:quando il materiale è un prestigioso biglietto da visita.

Il marmo: cultura nella pietra

Cosa hanno in comune il David di Michelangelo, il Taj Mahal di Agra e il Pantheon romano? Una pietra unica e preziosa, il marmo. Nomen omen direbbero i Romani perché l’appellativo rivela a gran voce l’anima segreta di questo materiale così affascinante: marmaros vuol dire pietra splendente. Il suo grande pregio è quello di non aver mai oltrepassato il viale del tramonto. La sua innata eleganza, la versatilità e la capacità di narrare storie secolari lo hanno reso uno dei materiali d’elezione per architetti, artisti e designer. C’è chi lo considera una tela immacolata sulla quale imprimere un’idea e chi invece sa che è dotato di un’essenza che deve soltanto venire alla luce. Qualunque sia il mood, il marmo seduce, armonizza, crea.

Pochi materiali hanno la capacità di trasformare il respiro naturale della pietra in pura espressione culturale. Il marmo ha da sempre catturato l’esprit du temps e lo ha tradotto in simboli, edifici, oggetti. Il grande valore aggiunto è stato la capacità, nell’arco dei secoli, di abbandonare l’alone elitario, quasi aristocratico, che lo ha reso il materiale d’eccellenza per dimore di pregio. Ha tralasciato questo privilegio mettendosi al servizio della tecnologia, delle innovazioni che ne hanno sottolineato quelle qualità che espone come un trofeo unico nel suo genere. E tutto questo senza dimenticare lo spirito lussuoso e suadente che da sempre lo contraddistingue.

Architettura e marmo: fascino e tecnica


Il marmo come ossessione gentile, come leitmotiv di un’architettura che si pone un obiettivo tra i più audaci, sfidare il tempo. E se da una parte l’eleganza e la bellezza di questo materiale ne hanno facilitato l’uso, le caratteristiche fisiche specifiche hanno tormentato le menti e le mani degli architetti sin dalla notte dei tempi. Il marmo è una pietra translucida che permette alla luce di penetrare e creare un “morbido” bagliore. Il marmo racconta e l’architetto ne compone la sinfonia, come una serie di note armoniose impresse sulla pietra. Una volta estratto dalla cava è pronto a sfidare la genialità e l’estro di chi ne vuole interpretare l’anima.

Le lastre piane ottenute dopo l’estrazione si prestano a numerosi utilizzi. Un pavimento, un rivestimento, una scala pregiata: non c’è limite o ostacolo alla progettazione. Le ultime tendenze fanno degli intarsi il terreno più consono alla natura della pietra. Tecniche innovative e macchinari di ultima generazione riescono a ricreare il sogno di carta del professionista, modellando tra loro marmi diversi, per colore e provenienza. Il risultato è strepitoso, unico e irripetibile, come nel caso della casa Do Monte a Lisbona, progettata dagli architetti Daniel Zamarbide e Leopold Banchini. L’estro dei due professionisti ha dettato una scelta insolita, l’abbinamento drammatico e teatrale tra il cemento e audaci nuclei in marmo rosa che contengono le strutture elementari: il letto, il camino, il bagno.

Questo è il segreto del successo del marmo in architettura, la sua capacità di assecondare senza indugi o ritrosie idee e progetti di architetti e designer.


Marmo e interior design


Una pietra preziosa ha la capacità di regalare all’ambiente un tocco sofisticato, un’allure che diventa il biglietto di visita e l’essenza stessa di una casa che ama il buon gusto ma che non rinuncia a un tocco di necessaria contemporaneità. Ecco che il marmo diventa quindi uno dei materiali preferiti dagli interior designer, lontano anni luce ormai da quelle accuse di fredda e antiquata sobrietà che alcune volte ne hanno tormentato l’uso. Questa pietra aggiunge bellezza e stile a qualsiasi design d’interni. La sua unicità e la capacità di connettersi intimamente con altri materiali permettono di inventare soluzioni anche modulari destinate a stupire e a donare un tocco di classe ed eleganza anche al più moderno degli arredi. Le sue qualità fisiche ne accrescono gli utilizzi.

Pietra tra le più porose, il marmo è costituito da una base calcarea che ne accresce la resistenza e la durata nel tempo. Parafrasando un vecchio spot, il marmo è per sempre e gli interior designer sfruttano questa sua caratteristica inserendolo sempre più spesso nei loro progetti. Il segreto è dosarne la presenza per non farlo diventare un ospite troppo presente. Negli open space, ad esempio, basta una semplice colonna o una mezza parete per dividere un layout aperto, per delimitarlo, creando una zona dal confine prezioso, unico.

Il marmo non è soltanto rivestimento ma cesello unico di mobili rari e seducenti, capaci di illuminare un interno un po’ anonimo e spento. Robin Grasby, designer statunitense, ha recentemente presentato alla London Design Fair una collezione unica nel suo genere, una serie di mobili realizzati a partire da ritagli di marmo sospesi in resina. Questo nuovo concept racchiude in sé l’idea di mostrare al pubblico come questo materiale di lusso sia capace di espressioni inedite anche nei semplici ritagli derivanti da precedenti lavorazioni.

Il marmo non è soltanto grandi opere ma anche piccoli dettagli che impreziosiscono l’ambiente, oggetti che diventano delle piccole sculture, dettagli che racchiudono l’essenza di un fascino senza tempo. Un vaso, una lampada o una ciotola svelano l’inedita capacità della pietra di donare un accento di fascino naturale a qualsiasi ambiente.

In conclusione, cos’è il marmo? Una pietra affascinante e versatile, capace di trasformare anche il più semplice degli oggetti in un vero e proprio capolavoro. Ai professionisti il compito di capirne le note più intime e segrete per svelarle al grande pubblico.